MoBI.Giornata Nazionale HB 2020

MoBI. giornata nazionale dell’Homebrewing!

Di cosa si tratta?

MoBI il 31 ottobre 2020, festeggia la undicesima giornata nazionale dell’Homebrewing!

Questo evento vuole essere un modo per unire tutti gli Homebrewer italiani nel festeggiare il proprio amatissimo hobby. Il senso di questa iniziativa è di essere veramente nazionale, cioè di coinvolgere gli Homebrewer di tutta Italia, dovunque si trovino. Per la undicesima edizione MoBI organizza un “Megacotta” nazionale, con ricetta fissata (vedi sotto). L’invito è diretto a tutti gli Homebrewer e alle associazioni (iscritti a MoBI e non). L’idea è che tutti quelli che vogliono partecipare il 31/10 effettuino la Megacotta in contemporanea (non siamo fiscali sull’orario :)). La Megacotta può essere eseguita da soli, in gruppo, in casa, nella sede dell’associazione, all’interno di un evento pubblico… insomma come e dove vi pare!!!! Tutti coloro che vorranno condividere la propria esperienza potranno farlo tramite foto e filmati, partecipando al MoBI contest come indicato sulla pagina facebook di MoBI! Il vincitore potrà portarsi a casa una delle pubblicazioni MoBI a scelta tra quelle a catalogo 😉

La birra prodotta, oltre ad essere bevuta in compagnia, potrà essere presentata ad una tappa del concorso MoBI, solitamente la tappa della “Megacotta”.

Quest’anno, la XI giornata nazionale dell’homebrewing di MoBI, sarà dedicata a Giovanni Fumagalli, appassionato homebrewer e birraio/socio di Via Priula.

In via del tutto eccezionale, visto la situazione legata alla pandemia, la megacotta quest’anno si terrà  Sabato 31 Ottobre.

_

Dieci anni fa…

Nel 2010 , Giovanni Fumagalli partecipa e vince la tappa MoBI/Baladin della “Guerra dei cloni”.

La birra che lo porta sul podio al primo posto, è un clone della Gonzo, una imperial porter del birrificio americano Flying Dog.

Giovanni battezza la birra con il nome di “Càmoz”.

Da birraio professionista, la sua Càmoz, diventerà una referenza fissa del suo birrificio.

Nel Marzo di questo assurdo 2020, Giovanni ci ha lasciato… e in un momento in cui la resistenza “emotiva” di noi tutti è messa fortemente alla prova, la notizia è un pugno allo stomaco.

Per chi vuole conoscere qualcosa di Giovanni, troverà nelle parole di Simonmattia Riva, un sincero ricordo.

L’articolo è tratto dal secondo numero della rivista Birra Nostra: Il birraio umanista 

Altri video, foto e informazioni sul sito https://sites.google.com/site/giofumahomebrewer/

Abbiamo scelto di proporre la ricetta originale della clone della birra Gonzo, realizzata da Giovanni e presente sullo storico sito di Hobbybirra:

http://www.hobbybirra.info/view_ricetta.asp?id_ricetta_HB=1070&ME_ID=

Pensiamo che questo sia il modo migliore di celebrare la fratellanza homebrewer e ricordare uno di noi!

_

Presentiamo inoltre una variante della ricetta, scalabile su impianti AiO o per BIAB/BIAP o 3 tini e con qualche variazione sui luppoli e lieviti.

“good people, drink good beer”

motto del birrificio Flying Dog

 

Stile di riferimento dal BJCP

American Porter 20A

Impressioni generali: birra scura maltata e sostanziosa con un carattere complesso e pieno, impartito dal malto scuro.

Aroma: malto scuro da leggero-medio a medio-forte, spesso con leggero bruciato.

Può anche essere presente un carattere aggiuntivo di malto complesso e/o dolce come supporto (cereale, pane, toffee, caramello, cioccolato, caffè).

Aroma di luppolo da basso ad alto e spesso resinoso, terroso o floreale.

Possibili aromi da dry-hopping. Esteri fruttati da nulli a moderati.

Aspetto: colore che può avvicinarsi al nero, ma solitamente va dal marrone medio al bruno molto scuro, spesso con riflessi rubino o granato.

Essendo parecchio scura è difficile identificare la limpidezza, ma in controluce si dovrebbe notare se la birra non è opaca.

Schiuma generosa di colore marroncino e persistenza moderatamente buona.

Gusto: malto moderatamente forte che di solito mostra caratteristiche di leggero bruciato (e talvolta gusti di cioccolato e/o caffè) insieme a un accenno di secchezza da malto scuro e di cereale nel finale. Il gusto globale può risultare da secco a medio-dolce.

Può avere dell’asprezza derivante dai cereali scuri torrefatti, ma non palesemente acre, bruciata o aspra.

Amaro da medio ad alto che può essere accentuato dal malto scuro.

Il gusto di luppolo varia da basso ad alto con caratteristiche resinose, terrose o floreali e in generale bilancia i gusti del malto scuro.

Il malto scuro e il luppolo non dovrebbero essere in conflitto.

Le versioni con dry-hopping possono avere un gusto resinoso. Esteri fruttati da nulli a moderati.

In bocca: corpo da medio a medio-pieno.

Carbonazione da bassa a moderatamente alta. Le versioni più forti possono presentare un leggero calore alcolico.

Può essere un poco astringente per i malti scuri, ma questa caratteristica non deve essere marcata.

Commenti: è uno stile alquanto aperto a differenti interpretazioni.

L’intensità del malto scuro e il gusto può variare in maniera significativa.

Può avere una forte luppolatura e significativi sottoprodotti della fermentazione; può quindi assumere caratteristiche “americane” o “britanniche”.

Storia: si tratta di una versione più forte e più aggressiva delle Porter pre-Proibizionismo e/o delle Porter inglesi prodotte artigianalmente.

Sono esistite versioni storiche, in particolare nella costa orientale, dove sono ancora prodotte (vedasi la sezione Historical Beer, Pre-Prohibition Porter).

Qui invece è descritta la versione moderna artigianale.

Ingredienti: si possono utilizzare svariati malti, con prevalenza di quelli scuri e spesso con malto Black oppure Chocolate.

Tipicamente si usa luppolo americano per l’amaro e inglese/americano per l’aroma.

I luppoli agrumati sono in genere evitati per l’eccessivo contrasto. Il lievito per ale può essere sia un ceppo un tipo americano pulito o una varietà inglese caratterizzante.

Confronti di Stile: più amara e spesso più forte, con maggiori caratteristiche di malto scuro e più secca delle English Porter o delle Porter antecedenti il Proibizionismo.

Meno forte e decisa delle American Stout.

Numeri: OG: 1.050 – 1.070
IBUs: 25 – 50 FG: 1.012 – 1.018
SRM: 22 – 40 ABV: 4.8 – 6.5%

Esempi commerciali: Anchor Porter, Boulevard Bully! Porter, Deschutes Black Butte Porter, Founders Porter, Great Lakes Edmund Fitzgerald Porter, Smuttynose Robust Porter, Sierra Nevada Porter

Ricetta per la magacotta della XI giornata nazionale dell’homebrewing di MoBI

Birra clone della Gonzo di Flying Dog – ricetta di Giovanni Fumagalli (“Càmoz”, birra hb che ha vinto la tappa MoBI della “Guerra dei cloni” nel 2010)

ricetta originale: http://www.hobbybirra.info/view_ricetta.asp?id_ricetta_HB=1070&ME_ID= 

Ricetta riadattata per AiO, BIAB, BIAP o sistemi tradizionali – efficienza stimata del 70%

percentuale malti

70% malto Maris Otter

12,5% malto Crystal 150 EBC

9,5% fiocchi di frumento (eventualmente si possono omettere aumentando la quantità di MO)

5,3% malto Black

2,7% malto chocolate

OG 1.075

FG 1.022

EBC stimato 90-92

IBU 98 (Tinseth) da ottenere con:

aggiunta a 90 min di Warrior (stimati 37 IBU)

aggiunta a 60 min di Northen Brewer (stimati 17 IBU)

aggiunta a 30 min di Cascade (stimati 26 IBU)

aggiunta a 15 min di Cascade (stimati 17 IBU)

Dry hopping

Cascade 2g/litro

Bollitura 90 minuti

step mash (come da ricetta originale, in alternativa step unico a 67°C)

10 min 50°C
30 min 62°C
30 min 66°C
15 min 72°C
10 min 78°C

mash out a 77°C

Sparging con acqua a 78°C fino a raggiungimento del volume tale per cui a fine dei 90 minuti di bollitura la OG sia 1075.

Fermentazione

Lievito Wyeast n.1056 American Ale (come da ricetta di Giovanni Fumagalli)

alternative:

White Labs California Ale (WLP001)
Fermentis SafAle American Ale (US-05)
Omega West Coast Ale I (OYL-004)
Lallemand West Coast Ale (BRY-97)
Mangrove Jack’s US West Coast (M44)

Si consiglia un profilo di temperatura tra i 18°C-20°C

Alcuni ceppi potrebbero presentare tempi di  LAG alti (anche 48 ore).

*è possibile effettuare il DH durante la fermentazione primaria.

Iscriviti. scopri i vantaggi

Un anno di quota associativa MoBI costa solo 20€!

 

Iscriviti alla nostra Newsletter

per restare informato sui nostri eventi e le nostre attività


 

X